Bomarzo

al solito la mattina ci siamo incontrati a Piazza Vescovio alle 09.00 chiacchere e caff di rito giusto per aspettare tutti quanti.
Erano presenti ben 13 moto con la compagnia di 3 zavorrine e di un amico motociclista.
Si parte, Salaria, a Cassia Bis ci portano velocemente a Monterosi dove imbocchiamo la Cimina ed a Ronciglione ci fermiamo per il caff e per attendere Marco che come al solito… ritarda.
Si riparte, lasciamo la Cimina per la provinciale che gira attorno al Lago di Vico, si riprende poi la Cimina per lasciarla nuovamente in direzione di Soriano nel Cimino, la strada è bellissima ed arriviamo velocemente alla meta della gita: Bomarzo.
Qui dopo aver pagato il biglietto d’ingresso di Û 10,00 entriamo nel famoso “Parco dei Mostri” dove tra foto ed illustrazioni di Massimo ( il Professore le aveva scaricate sul suo I-Pad il giorno prima) si fa presto l’una e la fame per alcuni inizia a farsi sentire.
Questa è la seconda gita dove abbiamo previsto il pranzo al sacco e quindi quasi tutti con il panino portato da casa mentre alcuni hanno approfittato del self-service presente.
Dopo il lauto pranzo si riparte per la seconda parte del giro la quale  molto interessante dal punto di vista stradale e motociclistico.
Da Bomarzo si parte alla volta di Attigliano, dove alcuni per degli impegni imboccano l’autostrada per fare rientro, Giove ed Amelia. Da Amelia ci dirigiamo verso Narni e poi Terni dove abbiamo preso la strada per Marmore, Piediluco, Morro Reatino.
Poco prima di Morro una pausa per il caffè e si riprende la strada con direzione Rivodutri, Cantalice e Rieti dove si è ripresa la Via Salaria con direzione di Roma.
Al solito al Casello di Fiano Romano i saluti e l’arrivederci alla prossima gita.

« di 2 »